il fascino del benessere

Lingua selezionata:

Circolazione linfatica

Come funziona il sistema linfatico?

Il sistema linfatico è l’insieme dei  linfonodi e dei vasi linfatici coinvolti nella difesa immunitaria dell’organismo e svolgono una funzione di scambio (trasporto della linfa).

Le parti più importanti del sistema linfatico sono il midollo osseo, milza, timo, linfonodi e tonsille.

Altri organi, compreso il cuore, polmoni, intestino, fegato e la pelle possiedono un sistema linfatico. 

Il sistema linfatico interessa anche il dotto toracico, che inizia in prossimità della frazione inferiore della colonna vertebrale accumula linfa dagli arti inferiori, bacino, addome, e parte inferiore del torace.

Le anomalie del sistema linfatico

Insufficienza dinamica: il sistema linfatico è integro ma deve far fronte ad un carico proteico superiore alle sue capacità di portata.
Insufficienza meccanica: il sistema linfatico non funziona più, la linfa in eccesso non viene riassorbita.

 Il Linfedema , detto anche Linfoedema è una sindrome da accumulo extravasale di linfa, ovvero alterazione del vaso linfatico e alterata formazione di linfa. Per cui si crea un ristagno di acqua e proteine.
Si manifesta soprattutto agli arti superiori ed inferiori (in genere solo in uno dei due, è quindi asimmetrico), ma può svilupparsi anche nella zona genitale.
Il linfedema deve essere distinto da altri tipi di edema, soprattutto a carico degli arti inferiori, che possono dipendere da diverse altre cause, come patologie venose, cardiache e renali.
La caratteristica del linfedema è quella di essere una patologia evolutiva, che peggiora quindi progressivamente nel tempo, portando allo sviluppo di una fibrosi, ossia ad un aumento della consistenza e durezza dei tessuti per l’alta concentrazione delle proteine presenti nel liquido. Il linfedema può portare ad un aumento del volume dell’arto anche 2-3 volte superiore alla norma che può determinare quindi difficoltà di movimento e di flessione dell’arto.

Cause del linfedema

Il linfedema dipende da una insufficienza del sistema di drenaggio linfatico dovuta ad un danno primitivo o secondario del sistema linfatico, per cui si crea un ristagno di acqua e proteine. Il linfedema deve essere distinto da altri tipi di edema, soprattutto a carico degli arti inferiori, che possono dipendere da diverse altre cause (malattie venose, insufficienza cardiaca, renale o epatica e molte altre condizioni favorenti un accumulo di liquidi nel tessuto interstiziale).
I linfedemi vengono classificati in primitivi e secondari. Qual è la differenza?
I linfedemi primari sono quelli caratterizzati da alterazioni costituzionali del sistema linfatico. Il danno è congenito, presenta cioè delle alterazioni di base, come ad esempio un numero ridotto di linfonodi o di vasi linfatici. Il gonfiore può presentarsi anche molti anni dopo la nascita (si definisce linfedema precoce se compare prima dei 35 anni e tardivo se si manifesta dopo questa età).
Il linfedema secondario quando le alterazioni del sistema linfatico sono dovute a danni acquisiti per varie cause: di origine post-traumatica, per infezioni, per interventi chirurgici, per patologie tumorali.
La causa principale di linfedema nel mondo, benché molto rara nel nostro Paese, è l’infestazione da filaria, un verme trasmesso con la puntura di una zanzara. Nei paesi occidentali la causa principale di linfedema è invece quella oncologica, determinata dalla asportazione di linfonodi o a seguito di trattamenti radianti necessari per la cura di tumori al seno, uterini, ovarici, prostatici, melanomi, sarcomi.

Decorso del linfedema

Il decorso del linfedema, sia primario che secondario, è caratterizzato da stadi:
I STADIO
II STADIO
III STADIO

I° STADIO:

COME SI MANIFESTA

  • Iniziale periodo latenza (assenza di sintomi clinici) 
  • Manifestazione di lieve edema molle che regredisce totalmente o parzialmente durante la notte e/o con gli arti inferiori sopraelevati (posizione anti declive)
  • Edema sul dorso del piede (definito a cuscinetto puntaspilli) 
  • Accentuazione delle pieghe cutanee naturali in corrispondenza delle articolazioni metatarsofalangee (segno di Stemmer)

SINTOMI

  • Accentuazione delle pieghe cutanee naturali in corrispondenza delle articolazioni metatarsofalangee (segno di Stemmer)
  • Possono essere confusi con altre patologie.

II° STADIO:

COME SI MANIFESTA

  • Tumefazione dura, ossia:
    1. esercitando una pressione con le dita non si forma alcuna depressione
    2. non presenta alcuna tendenza alla regressione
    3. è ingravescente (si aggrava e se non adeguatamente trattato può col tempo dar luogo a fibrosi).
  • La superficie cutanea è: 
    1.  secca
    2. ipercheratosica (lo strato corneo della pelle aumenta di spessore) di colore grigiastro.

SINTOMI

  • Pesantezza, crampi, prurito
  • Sempre più persistenti, specie di sera

III° STADIO:

COME SI MANIFESTA

  • Fibrolinfedema, arto a "colonna" con sottocute indurito e disturbi trofici (pachidermite sclero-indurativa e verrucosi linfostatica).
  • Ristagno persistente di liquido interstiziale ad alto contenuto in proteine e cataboliti -> formazione di fibroblasti -> fibrosi del tessuto (fibromatosi).
  • Elefantiasi:
    1. Ipertrofia dei tessuti sottocutanei 
    2. Difficoltà di movimento

SINTOMI

  • Pesantezza, forte formicolio, crampi persistenti, prurito intenso, tensione cutanea

Cura del linfedema

L'edema può essere molle quando la compressione digitale forma una fossetta (presenza solo di acqua), duro quando la stessa compressione non crea una fossetta evidente (presenza di acqua legata a proteine).
Ogni edema tende, nel tempo ad aumentare la quota di proteine ed esso deve essere curato il più rapidamente possibile.
Il trattamento dell'edema, qualunque sia la sua causa, si basa sulla compressione (elastica, manuale, pneumatica) proporzionale alla sua gravità, da applicare sulla parte gonfia dell'arto malato. La compressione serve a facilitare il passaggio della linfa nel vaso linfatico e a facilitare il riassorbimento della stessa.


Terapia compressiva del linfedema

La terapia compressiva del linfedema  presenta tre fasi:

  1. Riduzione dell'edema fino ad eliminazione della parte di liquido che è "mobile", cioè più facilmente eliminabile. Questa si esegue in genere con fasciature assistite da linfodrenaggio delle stazioni linfoghiandolari, farmacoterapia e ginnastica.   
  2. Mantenimento del risultato ottenuto impedendo ad altro liquido di accumularsi e di aumentare quindi, nel tempo, la fibrosi. Questa si ottiene con drenaggio linfatico manuale, pressoterapia domiciliare, ginnastica.
  3. Purtroppo il linfedema è una malattia dalla quale non si guarisce. È tuttavia possibile controllarlo: dopo le terapie di attacco il linfedema si mantiene sotto controllo utilizzando un bracciale o una calza elastocompressiva ed osservando alcune regole comportamentali.
Solidea presenta una vasta collezione di prodotti che permettono di mantenere i risultati ottenuti con i trattamenti che riducono il linfedema.
Si può contenere la ricomparsa dell’edema agli arti inferiori con l’utilizzo di calze e collant elastici con compressione graduata.
La II° classe di compressione terapeutica(25 – 32 mmHg) è consigliata nei casi di linfedema reversibile e la linea Solidea Therapeutic propone:

Disponibili anche nella versione Plus Line (utilizzata per particolare aumento della circonferenza degli arti inferiori).

La III° classe di compressione terapeutica (24 – 46 mmHg) è consigliata nei casi i linfedema irreversibile e la linea Solidea Therapeutic propone:

Disponibili anche nella versione Plus Line (utilizzata per particolare aumento della circonferenza degli arti inferiori).


FILOSOFIA

solidea

SERVIZIO

Sistema logistico interno interamente computerizzato.

QUALITÀ&TECNOLOGIA

Materie prime pregiate, impianti produttivi all'avanguardia, scrupolosi controlli in tutte le fasi produttive, sviluppo di modelli sempre nuovi e innovativi.

ESTETICA

Qualità dei filati, finissima tessitura, cura dei particolari, ampio assortimento di colori moda e vasto assortimento modelli raffinati ed eleganti.

BENESSERE

Lavorazioni anatomiche dal comfort e vestibilità eccellenti con l'efficacia preventiva e terapeutica dell'elastocompressione.

ECOSOSTENIBILITÀ

Rinnovamento nel rispetto dell'ambiente è la politica aziendale che permette a Solidea di espandersi e progredire rispamiando energia e salvaguardando il pianeta.

SOLIDEA APP

Disponibile gratuitamente!

Scarica la nuova applicazione per sistemi iOS e Android

INGAMBA